Narcyssa

1184967_442601019186203_1976472819_n

nel mondo nero
era fuggito il sole,
spinto dall’odio

tele senza più anima
di distratti pittori

Narcyssa sognava
intrecci di ghirlande,
candidi fiori

un cielo di nuvole
e drappi di blu cielo

finché l’aurora
illuminò d’argento
il nuovo giorno –

edera d’acquerello
impreziosita d’acqua

*

Eufemia

Annunci

Pubblicato 20 aprile 2014 da Eufemia Griffo in Poesia in metrica, renga

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: