Petalo del passato Aprile 2014 – Dal Multiblog “La nostra commedia”

Il Petalo del Passato del mese di aprile 2104 è

“Rumore di foglie – Ai miei genitori che non ebbero il tempo di vivere la loro vita insieme

” di Eufemia Griffo

 

rumore_di_foglie

Nei ricordi
– fragili fiori di memoria –
riposa un alito eterno
come eco
in un pomeriggio d’Inverno
sferzato dal vento

Eravamo noi
tra alberi spogli
coperti di nebbie
passo dopo passo
abbracciati
in questa  vita
come mai lo siamo stati

Non v’è più tempo ora
fuggite sono le ore

prigioniere di grani di polvere

A terra cadute,
solo rumore di foglie

 Recensione e video a cura di Rosemary3

È con immenso piacere che onoro il compito affidatomi di recensire il brano scelto per il ‘Petalo del Passato’ del mese di aprile 2014,
“Rumore di foglie” di Eufemia Griffo che noi della Nostra Commedia ben conosciamo ed apprezziamo.
Scrittrice e poetessa, cura personalmente “Memorie di una Geisha”, multiblog che ospita esclusivamente poesie in metrica giapponese (http://eueufemia.wordpress.com).
Collabora attivamente con vari gruppi di scrittura, portali letterari, come “Raccontare.com” e riviste di cultura letterarie, tra cui “Refolo”, diretta dallo scrittore Alessandro Troisi.
Ha pubblicato varie sillogi di poesie.
Nella mia penna virtuale confluiscono i ringraziamenti dell’intera redazione de “La Nostra Commedia” all’autrice per la forza impattante dei versi e delle emozioni cui essi hanno dato vita.
Sin dai primissimi versi si rivela patente il voler rimembrar del tèmpo passato gli amati genitori, ai quali dedica questa splendida lirica, che fugaci istanti la vita loro dispensò, da poter “vivere insieme”…
I ricordi, “fragile fiore di memoria”, come ella stessa ama definirli, sono perenne carezza, resa in una superba similitudine.
Benigna, infatti, non fu la vita, concedendo solo effìmeri momenti che “tra alberi spogli” snodavano, per ritrovar ancora attimi da condividere.
Tiranno fu anche il tèmpo che, solcando lustri e lustri da polvere incipriati, non donò più nulla se non un lieve frèmito.
Versi velati da profondo rammarico che in pura emozione si tramutano, lasciando al lettore l’occasione di attingere vera linfa commotiva.

 

 

Annunci

Pubblicato 12 maggio 2014 da Eufemia Griffo in Petalo del passato

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: