Restano i corvi, poesia liberamente ispirata all’omonima lirica di Gaia Rossella Sain   5 comments

Victoria_Frances_by_Edmundo_Saiz
 – immagine di Edmund Saiz –

restano i corvi
e lo stridulo canto
nell’eco di una notte

restano i corvi
tra le bianche betulle
che in silenzio piangono

restano i corvi
dove il sole, un mattino
giocava con le nubi

*

E.G. 6 Settembre 2014

Annunci

Pubblicato 6 settembre 2014 da Eufemia Griffo in katauta, Poesia in metrica

5 risposte a “Restano i corvi, poesia liberamente ispirata all’omonima lirica di Gaia Rossella Sain

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. Versi stupendi molto particolari ed originali un pò tristi

  2. Bellissima e delicata. Grazie. 🙂

  3. Poesia molto intensa, intrisa di tristezza. Speriamo che quei corvi neri abbandonino il tuo cielo e che il sole scacci le nuvole e asciughi il pianto delle bianche betulle.
    Un abbraccio
    Flavia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: