Affidandosi al vento e al cieco rumore del nulla, piccolo racconto ispirato al film “The last Mohicans”   Leave a comment

– uncas e alice

– mia elaborazione grafica delle immagini tratte dal film di Michael Mann del 1992 –

“Alice non era mai apparsa così bella agli occhi di Uncas, l’uomo che amava. La sua fragile bellezza rubata ad un raggio di sole, aveva ammaliato il cuore di quell’uomo che apparteneva alla Terra degli Avi e che aveva suggellato col sangue, il patto con un mondo che stava sbiadendo dietro ai colpi di carabine. Prima che Alice lasciasse per sempre quel mondo un tempo perfetto, strinse la mano di Uncas; in quel gesto così semplice, rimase impigliato per un attimo, quel che gli uomini cercano e non trovano, l’Amore Eterno. Fu solo un istante e poi Alice scivolò nell’abisso, affidandosi al vento e al cieco rumore del nulla”.

Eufemia

Annunci

Pubblicato 14 aprile 2015 da Eufemia Griffo in racconti

Taggato con , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: