Archivio per settembre 2016

Lei è come il vento   Leave a comment

– immagine tratta dal web –

Lei è come il vento
d’ira e forza impetuosa
che brucia il sole

neri e lunghi capelli
bianco il volto di luna

Tra le sue mani
cede l’antica forza
e si dissolve

le vesti carezzate
da lacrime di pioggia

Svanisce l’alba,
tra i profili di monti
di dura roccia

d’un vessillo sconfitto
resta solo il ricordo
*
Eufemia ©

Annunci

Pubblicato 18 settembre 2016 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica

Le rose nell’ombra   Leave a comment

6706_625670514125158_406632974_n
c’è stato un tempo
in cui le rose rosse
sbocciarono nell’ombra

stagioni brevi –
nessun fiore rinasce
nel giardino di neve

*

Eufemia

Pubblicato 18 settembre 2016 da Eufemia Griffo in Poesia, sedoka

Intervista sullo HAIKU a Valeria Simonova-Cecon, amante e studiosa internazionale di questo genere   Leave a comment

Il piacere di intervistare la studiosa internazionale, Valeria Simonova- Cecon, sul mio multiblog “Memorie di una geisha”

Memorie di una Geisha, multiblog internazionale di HAIKU di ispirazione giapponese

Cari amici di “Memorie di una geisha”, ho il piacere di intervistare la studiosa internazionale di poesia giapponese, Valeria Simonova – Cecon. Membro dell’Associazione italiana haiku, Valeria in questa intervista, ci fornisce nuovi strumenti per la scrittura e lo studio degli haiku, spiegando tutta una serie  di “luoghi comuni e convenzioni” che negli anni abbiamo adottato e che a mio parere, vanno assolutamente rivisti. Personalmente, credo che questa intervista farà luce su moltissimi aspetti inediti e sono certa che sarà utilissima a tutti coloro che amano cimentarsi con questo genere poetico.

 Buona lettura a tutti VOI!

valeValeria Simonova-Cecon (classe 1979) vive a Cividale del Friuli con il marito Andrea. Di origini russo-ucraine, è una scrittrice ed appassionata di poesia haikai dal 2004. Redattrice della rivista di senryū e kyōka in lingua russa Ershik, nonché amministratrice e traduttrice della Pagina Facebook Bannō Senryū for Gaijin, ama scrivere senryū, haiku, renku e studiare lingue.

View original post 2.564 altre parole

Pubblicato 17 settembre 2016 da Eufemia Griffo in Senza categoria

Giochi di sabbia, pieni di stelle (immagine dal web)   Leave a comment

” Giochi di sabbia, pieni di stelle”

mother

Manca poco all’ autunno, eppure questo cielo di settembre è ancora così luminoso e fa pensare ad altri cieli, ad altre stelle, incontrate quest’ estate e che risplendono ancora nei ricordi dei giorni passati.

splende la luna –
nel cielo di settembre
ancora estate

Davanti alla luna, possiamo solo rimanere in silenzio e farci attraversare la mente, da mille pensieri, parole non dette, mute speranze aggrappate al cuore.
Come quelle per i figli, che in pochi anni sono diventati grandi, scavalcando letteralmente il tempo che sembra infinito, invece è come un granello di sabbia che scivola tra le dita. Allora sogni per loro un futuro luminoso come le stelle e vuoi ancora proteggerli come quando erano bambini e li abbracciavi anche solo con gli occhi.

pieni di stelle
negli occhi di una madre
gli stessi sogni

Camminando, ti accorgi che vorresti raggomitolare i giorni, riaprire tutti i cassetti e riporvi dentro giocattoli, caramelle e foto di momenti felici e
forse ritornare ancora un po’ bambina. Tornare a giocare sulla sabbia, in riva al mare costruendo Castelli di sogni incantati. Ma quel che rimane sono solo le impronte dei giorni trascorsi.

giochi di sabbia
sulla spiaggia rimane
solo un’ impronta

Le nuvole d’ autunno incombono, il cielo azzurro si prepara alle piogge e l’ estate, così come gli anni passati, fugge via, come una foglia spazzata via dal vento.

cadono foglie –
nessuna ancora sa
il suo destino
~
Eufemia Griffo

Dedicato a mio figlio che ha appena compiuto 17 anni. Non ero riuscita a scrivere nulla di nuovo in occasione del suo compleanno, ma stamattina le parole sono tornate a tessere pensieri e ricordi.
Dedicato al mio compagno, col quale quest’ estate, ho ammirato in silenzio, cieli pieni di stelle.

Pubblicato 12 settembre 2016 da Eufemia Griffo in haiku, racconti

Senryu   Leave a comment

14095982_1225295497515530_4943578076295914672_n

-foto tratta dal film “L’attimo fuggente”-

un altro anno –
i bambini attendono
la campanella
~
Eufemia Griffo
~
Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo sempre guardare le cose da angolazioni diverse. E il mondo appare diverso da quassù. Non vi ho convinti? Venite a vedere voi stessi. Coraggio ! È proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un’altra prospettiva. Anche se può sembrarvi sciocco o assurdo, ci dovete provare. Ecco, quando leggete, non considerate soltanto l’autore. Considerate quello che voi pensate. Figlioli, dovete combattere per trovare la vostra voce. Più tardi cominciate a farlo, più grosso è il rischio di non trovarla affatto. Thoreau dice “molti uomini hanno vita di quieta disperazione”, non vi rassegnate a questo. Ribellatevi ! Non affogatevi nella pigrizia mentale, guardatevi intorno! ( John Keating ne L’attimo fuggente )

Pubblicato 7 settembre 2016 da Eufemia Griffo in senryu

haiku – sulla foto di Paolo Sdruscia   Leave a comment

14238207_1140975272656754_5430511191313459889_n

cade una foglia
una rossa, una gialla
poi un’ altra ancora
~
Eufemia Griffo

Questa foto è stata scattata a Città della Pieve, tempo fa, ma mi è sembrata perfetta per accompagnare i miei versi

Pubblicato 7 settembre 2016 da Eufemia Griffo in haiku