Nell’unica dimora   Leave a comment

2b7ba1cda370bbaff391a1ef55f35802

Cade una stella
sul drappo ricamato
del cielo oscuro

incontaminata eco
di fulgida bellezza

Ho camminato
sospesa sulle stelle
senza rumore

una mano sui sogni
prigionieri ribelli

A piedi scalzi
ho raccolto frammenti
piccoli cocci,

sono piccole parti
invisibili agli occhi

Arresa al sonno
e ai colori dell’alba
cerco la quiete

rincorrendo immagini
nell’unica dimora

**

Eufemia

Poesia liberamente ispirata alla lirica di Yeats

“Se avessi il drappo ricamato del cielo,
intessuto dell’oro e dell’argento e della luce,
i drappi dai colori chiari e scuri del giorno e della notte
dai mezzi colori dell’alba e del tramonto,
stenderei quei drappi sotto i tuoi piedi:
invece, essendo povero, ho soltanto i sogni;
e i miei sogni ho steso sotto i tuoi piedi;
cammina leggera, perché cammini sui miei sogni”.

William Butler Yeats

da Il vento tra le canne, 1899

Annunci

Pubblicato 28 marzo 2017 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica, Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: