Morgana, ciclo di liriche mie, dedicate alla figura di Morgana, secondo il ciclo arturiano di Chrétien de Troyes.

4d91bf12460a940ce6c0d12e6586fd38

Nel solstizio d’inverno
la luna algida e solitaria
è fredda lama di ghiaccio;
scintilla la notte tiranna
di avidi pensieri e vendette

Nel cuore audace e fiero
l’amore è sogno senza sogni,
triste fardello celato;
angelo stregato dal male
sconfitto dal sacro destino

Orde di ragni neri
tessono tele di tenebre
prigioni d’incubi e illusioni;
lo specchio si frantuma e cela
il regno di cenere e fiamme

Come una funambola
sul vuoto dolore del mondo
Morgana canta in silenzio;
addio alla terra delle nebbie,
tutto si perde nella bruma

*

Eufemia Griffo

(nell’immagine della fanart Katie McGrath)

Annunci

Pubblicato 22 maggio 2018 da Eufemia Griffo in Morgana, Poesia, Senza categoria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: