I vecchi giorni, primo premio concorso letterario “Castagne, streghe e dintorni”. Cernobbio, 6 ottobre 2018

44475037_243411956333601_9118409199418605568_n

I vecchi giorni

Seduta accanto al fuoco
rivedo tra le fiamme i vecchi giorni
mia madre che tesseva quei fili
luminosi di sole e d’amore
tra le stanche dita annodate di dolore

Mi pettinava i capelli e con i fiori,
i piccoli non ti scordar di me,
intrecciava ghirlande
e le poneva sul capo, di me bambina
di quella che ero, un tempo, una volta

I vecchi raccontano ancora
di quel giorno funesto,
lei era al fiume, le mani nell’acqua
tra le onde colorate di cielo
e cantava un’antica ninna nanna

La portarono via, la strega
la donna da ardere al fuoco,
lo stesso colore
dei nostri tramonti
quando d’estate incendiano i cieli

Mia madre perduta per sempre
nell’oblio del sole
quando tutto brucia tra le sue fiamme
mentre le acque attendono ancora
il suo ultimo canto

*
Eufemia Griffo, primo premio di poesia “Castagne, streghe e dintorni”. Cernobbio 6 ottobre 2018

Poesia ispirata alle streghe di Triora. 

pr

Annunci

Pubblicato 19 ottobre 2018 da Eufemia Griffo in Poesia, premi, Premiazioni, Senza categoria

Taggato con

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: