Archivio per la categoria ‘Poesia in metrica

L’alba degli dei, poesia tra le vincitrici del concorso Keramos 2013   Leave a comment

10147_582948381750248_1596683766_n

S’odono voci antiche
al di là di tumultuose onde
scosse da tempeste ostili;
dormono gli dei il sonno lieve
nell’eco di silenziose albe

*

Eufemia Griffo

Pubblicato 23 giugno 2017 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica, Senza categoria

Taggato con

“Litha, luce della riva”   Leave a comment

Litha

È così bianca
la tua diafana pelle
oh dea immortale

Sorgi dal lago,
in assenza di vento
che tutto muta

Tra i biancospini
la Luce della riva*
inonda il giorno

Ti riconosco.
Nella quiete del giorno,
trionfa la luce
~
Eufemia

IL Neo-Druidismo chiama il Solstizio d’Estate Alban Heruin, “Luce della riva”. La dea qui celebrata è Litha, dea dell’amore, del fuoco, della rinascita. Nei riti celtici viene celebrata durante i riti di Beltane la notte del 21 Giugno.

Pubblicato 22 giugno 2017 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica, Senza categoria

Taggato con ,

“Un’unica notte e poi ancora un giorno senza la notte” – mia poesia liberamente ispirata al film di Richard Donner “Lady Hawke” (immagine tratta dal film con gli attori Rutger Hauer e Michelle Pfeiffer)   Leave a comment

d6c1fe2819eda97c01bb36bf9ecc370d

Discreta è la luce oggi
ed un cielo orlato di nubi
in attesa della Luna;
un sussurro cattura l’eco
che diventa suono e poi pace

Si eclissa il disco d’oro,
sfumature di un unico sogno
incastrato nel destino;
un’unica notte e poi ancora
un giorno senza la notte

Nel flusso dei secoli
l’Amore attraversa il tempo
e le sue rovine antiche;
non ho Poesia a cornice di te*
solo attese, ombre, memorie
✿⊱
“A Isabeau D’Anjou e a Etienne Navarre”
“non ho Poesia a cornice di te* appartiene a Gaia Rossella Sain
*
Eufemia Griffo
(immagine dal web)

Del perduto amore   Leave a comment

11159562_942538245791258_6134439400531858845_n

Corre l’inchiostro
nelle notti insonni
senza piu’ sogni

alla luce di luna
dall’argenteo chiarore

Nella memoria
illusioni già infrante
inquietudine

nell’incompleto amore
sul perduto sentiero

Resta il rimpianto
prigioniero di segni
su ruvida carta

e di storie narrate
ancora senza fine

**

Eufemia Griffo

Pubblicato 26 aprile 2017 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica, Senza categoria

Due mie poesie nel libro formato e book ” 23 Aprile in Hotel”   Leave a comment

Sono felice di avere accompagnato con due mie poesie (pag. 31 con una poesia ispirata al lago e a pag. 504,  dedicata a Roma), questo splendido libro in formato elettronico che potrete scaricare e leggere gratuitamente dal link sottoindicato. Questa raccolta di racconti in e-book celebra il #23APRILE negli hotel #GBH Golden Book Hotels: 45 racconti scritti per 45 alberghi, sensibili alla cultura, ricchi di atmosfere, di storia e di loro proprie storie. Ringrazio il patron della manifestazione che mi ha gentilmente ospitata nel libro, Mauro Gabba e saluto il mio caro amico, il grande scrittore Marco Proietti Mancini, che è stato giudice nella valutazione dei racconti. L’ho scoperto nei giorni scorsi e con grande piacere caro Marco 😉
Complimenti ai tantissimi amici scrittori e poeti inclusi nella raccolta, di cui ho letto con gioia le loro meravigliose poesie.
Buona lettura a tutti.

18010176_823388881147902_4778941494681624034_n

 

Link: www.goldenbookhotels.it/download-ebook-23-aprile-2017.html

Il sonno e la rosa   Leave a comment

10155727_736729406372144_1004598390741809609_n

Boccioli di ciliegio
destano dal sonno la rosa
spoglia della sua bellezza;
è attesa di giorni diversi
a separare il buio e la luce

Una donna ricorda
dimore baciate dal sole
odor di rose e di foglie;
a confondersi col suo pianto
gocciola la fredda rugiada
*
Eufemia

Sull’immagine di HajitaHankoo

Pubblicato 18 aprile 2017 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica, Senza categoria

Prendimi fiume – Incipit del mio libro “Il fiume scorre ancora”   Leave a comment

cc8db21e9f58d24897a1d7f67e74235e

Prendimi fiume
nella tua profondità
d’abissi verdi,
accogli benevolo
il mio silenzioso addio

**

Eufemia

Poesia ispirata alla lirica di E. Dickinson, 1860
**

Il mio fiume scorre verso di te
Azzurro mare! Mi accoglierai?
Il mio fiume aspetta una risposta
Oh mare siimi benevolo
Ti porterò ruscelli
da angoli lontani
Ehi mare Prendimi!

Pubblicato 28 marzo 2017 da Eufemia Griffo in Libri, Poesia, Poesia in metrica

A poet in time   Leave a comment

839e708a6f011b8a36e37827f8635199

solo la  poesia
sarà un volo infinito
verso i miei  sogni

poems…
endless flight
toward my dreams

*

Eufemia

Pubblicato 28 marzo 2017 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica, Senza categoria

Una mia vecchia poesia scritta l’8 Settembre 2010, in occasione dell’undecesimo compleanno di mio figlio   Leave a comment

Corrono gli anni
sono fiumi impetuosi
scossi  dal tempo

E noi a guardarli
stando là ad abbracciare
ciò che non è più

Vorrei prendere
stelle e pezzi di cielo
e farne giochi

Giochi perfetti
d’infinito bagliore
come l’Amore

A Ivan buon compleanno!

Eufemia

8 Settembre 2010

Pubblicato 28 marzo 2017 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica, Senza categoria

Nell’unica dimora   Leave a comment

2b7ba1cda370bbaff391a1ef55f35802

Cade una stella
sul drappo ricamato
del cielo oscuro

incontaminata eco
di fulgida bellezza

Ho camminato
sospesa sulle stelle
senza rumore

una mano sui sogni
prigionieri ribelli

A piedi scalzi
ho raccolto frammenti
piccoli cocci,

sono piccole parti
invisibili agli occhi

Arresa al sonno
e ai colori dell’alba
cerco la quiete

rincorrendo immagini
nell’unica dimora

**

Eufemia

Poesia liberamente ispirata alla lirica di Yeats

“Se avessi il drappo ricamato del cielo,
intessuto dell’oro e dell’argento e della luce,
i drappi dai colori chiari e scuri del giorno e della notte
dai mezzi colori dell’alba e del tramonto,
stenderei quei drappi sotto i tuoi piedi:
invece, essendo povero, ho soltanto i sogni;
e i miei sogni ho steso sotto i tuoi piedi;
cammina leggera, perché cammini sui miei sogni”.

William Butler Yeats

da Il vento tra le canne, 1899

Pubblicato 28 marzo 2017 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica, Senza categoria

I giorni di ieri   Leave a comment

I giorni di ieri
son trascorsi veloci
senza rimpianto

nel viaggio senza meta
tutto  da percorrere

Così saranno
quelle ore non vissute
da completare

a ritmo d’orologio
nell’altro tempo e altrove

Eufemia

Pubblicato 28 marzo 2017 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica, Senza categoria

  Leave a comment

Era quel fiume
che mi rubava i sogni
velati d’ombre

intrisi di ricordi
e di alberi di neve

Era d’Inverno:
il fiume silenzioso
scivolava via

solo rumore d’acqua
ed il fruscio del vento

 

*

Eufemia

Pubblicato 28 marzo 2017 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica, Senza categoria

Ed il lento andare dell’acqua – Una mia poesia, pubblicata nel blog “Scrittori in corso”, in occasione della giornata mondiale della Poesia. Ne sono onorata.   Leave a comment

poetry-798018_1920

 

Certe notti rivedo
i miei passi sulla battigia
in giorni caldi d’autunno
e le mie mani di bambino
che fanno barchette di carta

Certe sere le stelle
cadono lievi e attraversano
il lago velato di ombre,
nascoste da raggi di luna
bella come una dea sul trono

Mille sogni rapiti
dal gelido vento del lago
e naufragati in silenzio
uno ad uno, come una nave
prima di morire tra le onde

Quando giunge l’aurora
i sassi brillano di brina
e annunciano le fredde ore;
quel che resta è solo un ricordo
ed il lento andare dell’acqua

*

Eufemia Griffo

Le mie poesie natalizie su Partecipiamo.it   Leave a comment

Le mie poesie natalizie, su Partecipiamo.it

Cliccare sull’immagine o sul link

il_re_di_inverno

http://www.partecipiamo.it/Poesie/griffo/poesie_natale_griffo_eufemia.htm

Pubblicato 26 dicembre 2016 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica, Senza categoria

Eufemia Griffo 12 h · “Come foglie e come vento”, mia poesia ispirata a “The snow queen” di Hans Christian Andersen (schema metrico 79899)   Leave a comment

queen

Neve, soltanto neve.
Il gelido vento rimbomba
trascinando via le foglie
trafitte da aghi di cristallo
caduti dai candidi rami

L’ inverno, oh l’inverno!
Infinito come una notte
dove fuggono le stelle
cadute dal cielo una a una,
nell’oblio che tutto ricopre

Il sole è come un sogno,
è un dardo ardente che trafigge
i ricordi incastonati,
come gemme preziose e rare,
nella corona scintillante

L’amore non ha posto
nell’anima della Regina
e del suo castello antico,
spazzato via come in autunno
dal vento e le gelide foglie
*
Eufemia Griffo

Pubblicato 14 dicembre 2016 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica

Nuages – Poesia seconda classificata al concorso internazionale ““Pensieri e Parole dell’Oltrepò pavese”, 23 Ottobre 2016   Leave a comment

targa

Mi basta questo tempo
a suggellare quell’amore
sepolto tra le rovine –
prigioniero di una clessidra
capovolta con l’inganno

d’ogni storia già scritta
qualcuno piangerà implorando
parole dal segno incerto;
come attori dal volto stanco
alla ricerca di un copione

sull’argine del tempo
riconteremo gli anni e le ore,
sarà tiepido il risveglio –
quel che resta sono immagini
dietro nuvole sfilacciate

⁀︶

Eufemia Griffo

MOTIVAZIONE GIURIA:
2° Eufemia Griffo– Settimo Milanese (Mi) – “Nuages”
Motivazione: Immagini celebrative di un sentimento forte e coraggioso che, come da copione, deve fare i conti coi sogni e con la sorte. Siamo nuvole del grande cielo, coinvolte dallo stesso inarrestabile movimento che procede in diverse direzioni, con diversi mezzi e lasciando diverse tracce. Qui la poesia è vita e destino, è confronto di anime che diventa nutrimento reciproco e che nemmeno lo scorrere del tempo con la sua resa dei conti lascerà svuotato di contenuti.

Pubblicato 27 ottobre 2016 da Eufemia Griffo in concorsi, Poesia in metrica, premi

Cadono rose nel giardino – a Lucy Westenra   Leave a comment

lucy

La notte non ha voce.
Come un’ombra senza più veli
attraverserò le tempeste,
su una nave persa nel mare
quando ogni onda è già nemica

Sono già nei tuoi sogni.
Arde l’impronta dei miei baci,
candele gocciolanti cera.
L’abito dipinto di luna
s’arrende al fragore del vento

L’amore è un richiamo.
Ha le sembianze di una belva
dalle fauci insanguinate.
Nemmeno la Luna risplende,
si nasconde dietro le nubi

La sposa immacolata
altèra al pari di una regina,
ha smarrito tutti i sogni.
Cadono rose nel giardino
lentamente, una ad una

*

Eufemia Griffo

Poesia ispirata a Lucy Westenra, co-protagonista nel romanzo di Bram Stoker “Dracula”.

La poesia si ispira alla scena notturna che si vede nel film di Coppola, in cui Dracula (dalle sembianze di lupo), attira a sé Lucy, la quale verrà via via vampirizzata. Lucy sta per andare in sposa, ma un destino avverso sceglierà per lei, la morte eterna.

Pubblicato 19 ottobre 2016 da Eufemia Griffo in Dracula, Poesia, Poesia in metrica

Le foglie e le rose -immagine dal web   Leave a comment

d91e78e28d95fc5500347c41ac964e0c

Così se ne vanno
le foglie ingiallite
tra le braccia del vento

Così se ne vanno
attardandosi un poco
a guardare le rose

Solo illusioni
riflesse nella luce
della nebbia d’autunno

*

Eufemia

(poesia in metrica 577)

Pubblicato 8 ottobre 2016 da Eufemia Griffo in Poesia in metrica

Cammina leggera, perché cammini sui miei sogni” * – Poesia inedita inclusa nella raccolta “Il canto della fata”, volume edito da LargoLibro ed appena pubblicato.   Leave a comment

583e8cc1af575795df62262c5f09de52

-immagine di Josephine Wall –

“Invecchia invano il tempo
che arriva e muore in una notte
nel germoglio del crepuscolo;
nell’illusorio bacio del vento
si avvolge la Fata d’aurora

Lucrezia è sogno ed è luce
bianca e casta come la Luna
quando cadono cristalli;
seduta ai bordi dell’alba
sul drappo orlato di nubi

Così ti ho vista stanotte
a tessere un manto di sogni
su fragili stelle in inverno;
sul sentiero i tuoi passi lievi
ed il dolce canto dell’acqua”
*
Eufemia Griffo

(poesia in metrica 79899)
Lirica ispirata alla poesia di William Butler Yeats “CAMMINI SUI MIEI SOGNI”

14225476_1230819440296469_8932079974266828950_n

Pubblicato 3 ottobre 2016 da Eufemia Griffo in Il canto della Fata, Poesia, Poesia in metrica

Lei è come il vento   Leave a comment

– immagine tratta dal web –

Lei è come il vento
d’ira e forza impetuosa
che brucia il sole

neri e lunghi capelli
bianco il volto di luna

Tra le sue mani
cede l’antica forza
e si dissolve

le vesti carezzate
da lacrime di pioggia

Svanisce l’alba,
tra i profili di monti
di dura roccia

d’un vessillo sconfitto
resta solo il ricordo
*
Eufemia ©

Pubblicato 18 settembre 2016 da Eufemia Griffo in Poesia, Poesia in metrica